Sulla crescita

Meccanismi della crescita

La crescita è un processo complesso. Nella maggior parte dei casi, la crescita o l’aumento di statura sono il risultato di un aumento della lunghezza ossea, che si verifica quando le ossa del corpo umano vengono stimolate da alcune sostanze (es. ormoni) che ne provocano l’allungamento. In questa sezione viene spiegato come e quando ciò avviene.

Sviluppo osseo

Alla nascita, la maggior parte delle ossa dei bambini è costituita da cartilagine, cioè un tessuto connettivo dalla consistenza morbida e flessibile. Negli adulti, la cartilagine è ancora presente nel naso e nelle orecchie, mentre nel resto del corpo è stata ormai sostituita dall’osso vero e proprio. 

Durante la crescita, le ossa si allungano e il tessuto cartilagineo si trasforma progressivamente in tessuto osseo, che è più duro e solido. La crescita ossea avviene a partire dall’estremità dell’osso, in corrispondenza della cosiddetta fisi di accrescimento.

Le fisi di accrescimento sono dischi cartilaginei che si trovano sulle ossa “lunghe” (es. femore e tibia). Via via che la cartilagine matura, si sviluppano delle cellule chiamate osteoblasti. Gli osteoblasti producono nuovo tessuto osseo permettendo alle ossa di allungarsi.

Al termine della crescita (solitamente nella tarda adolescenza), le fisi di accrescimento si calcificano, cioè si assottigliano per poi chiudersi. A questo punto, la crescita spontanea delle ossa non è più possibile.

Fattori che influiscono sulla crescita

Esistono varie sostanze che influiscono sull’attività delle fisi di accrescimento:

Fattori di crescita

I fattori di crescita sono sostanze naturali. È soprattutto il fegato a produrre in abbondanza alcuni fattori di crescita, che vengono poi veicolati dal circolo sanguigno nei vari distretti del corpo.

I fattori di crescita aiutano le cellule a crescere e a maturare, in un processo chiamato proliferazione e differenziazione cellulare. Quelli rilasciati nel tessuto connettivo e nel tessuto osseo favoriscono la crescita delle ossa.

Ormoni

Gli ormoni sono messaggeri chimici che generalmente esplicano nel corpo un’azione lenta e graduale. Regolano molte funzioni fisiologiche diverse, una delle quali è la crescita. Sono prodotti da organi chiamati ghiandole. 

Alcuni ormoni agiscono direttamente sulle fisi di accrescimento, mentre altri stimolano la produzione dei fattori di crescita, che a loro volta agiscono sulle fisi di accrescimento. Esempi:

  • Tirossina – Prodotto dalla tiroide, questo ormone regola il metabolismo dei carboidrati, dei grassi e delle proteine, oltre all’attività dell’ormone della crescita. La quantità di tirossina presente in circolo è direttamente proporzionale al ritmo della crescita.
  • Ormone della crescita (detto anche somatropina) – È molto importante per la crescita. Dal sesto mese di vita fino alla pubertà, è l’ormone con l’impatto maggiore sull’accrescimento. È prodotto da una ghiandola del cervello chiamata ipofisi. L’ormone della crescita stimola le cellule a produrre i fattori di crescita, che inducono la moltiplicazione delle cellule cartilaginee e la trasformazione della cartilagine preesistente in osso. Inoltre, aiuta a bruciare i grassi, a stimolare lo sviluppo della muscolatura e a potenziare la funzionalità cardiaca. Può infine svolgere un ruolo nell’equilibrio emotivo. 
  • Ormoni sessuali – Questi ormoni svolgono un ruolo molto importante durante la pubertà e possono determinare i cosiddetti scatti accrescitivi puberali. Gli ormoni sessuali favoriscono la produzione di ulteriori quantità di ormone della crescita e quindi incrementano l’attività delle fisi di accrescimento. Inoltre, accelerano la trasformazione della cartilagine in osso e favoriscono la maturazione ossea.

La crescita è un processo complesso nel quale interagiscono diversi ormoni e fattori di crescita, promuovendo inizialmente la crescita ossea e successivamente la maturazione ossea e determinando infine la chiusura delle fisi di accrescimento una volta completata la crescita.

Rate this content

Average: 5 (4 votes)

Feedback Form