Chi può aiutare?

In ciascuna fase della malattia, i bambini con disordini della crescita avranno bisogno di varie terapie e dovranno quindi essere affidati a terapisti diversi.

Può essere difficile capire qual è il professionista della salute più idoneo ad aiutare tuo figlio. Qui sotto troverai un elenco dei vari specialisti e delle terapie che possono offrire.

A quali medici e terapisti mi devo rivolgere per mio figlio?

Il primo professionista a cui rivolgersi per i problemi di crescita del proprio figlio è solitamente il pediatra di medicina generale o il pediatra di famiglia o di base.

Sarà il pediatra il primo a valutare se ci sono problemi nello sviluppo di tuo figlio. 

Se il pediatra ritiene che tuo figlio debba essere sottoposto a ulteriori accertamenti, richiederà una visita auxologica pediatrica, cioè una visita da parte di un pediatra esperto della crescita di neonati, bambini e adolescenti. Una volta che il pediatra auxologo abbia posto la diagnosi, verrà stabilito un piano terapeutico con l’intervento coordinato di diversi tipi di terapisti.

La sezione successiva illustra le competenze dei diversi professionisti della salute coinvolti nella valutazione del caso. Si tratta naturalmente di informazioni fornite a livello puramente orientativo, che possono pertanto discostarsi dalla situazione reale.

Pediatra di medicina generale

Generalmente è il pediatra di famiglia o di base, cioè la prima persona a cui ci si rivolge quando si sospetta un problema di crescita del proprio figlio. Sarà il pediatra a effettuare una valutazione iniziale e a stabilire se siano necessari ulteriori accertamenti. 

Il pediatra può decidere di tenere personalmente sotto controllo il bambino oppure di richiedere direttamente una visita specialistica. 

Anche se il bambino viene visitato da un pediatra auxologo o da altri terapisti, il pediatra di famiglia o di base dovrà esserne sempre informato e tenuto al corrente dei risultati di tutti gli esami prescritti. Dovrà, cioè, continuare a rappresentare il principale punto di riferimento a cui rivolgersi per eventuali dubbi o chiarimenti in merito alle terapie.

Dovrà inoltre essere sempre consultato in caso di comparsa di nuovi sintomi o aggravamento di quelli preesistenti.

Pediatra auxologo

Il pediatra auxologo è un medico esperto della crescita di neonati, bambini e adolescenti (generalmente fino a 18 anni). È solitamente il primo specialista a cui viene inviato il bambino e rappresenta la figura di riferimento per eccellenza nell’intero processo diagnostico e terapeutico. Sarà lui a valutare con precisione la situazione di tuo figlio e a stabilire quali esami effettuare.

Molti pediatri sono specializzati anche in altre discipline: per esempio, sono anche endocrinologi (disturbi ormonali e metabolici), neonatologi (cura, sviluppo e patologie dei neonati), cardiologi (malattie cardiovascolari), nefrologi (malattie renali), allergologi (allergie).

Una volta posta la diagnosi, il pediatra auxologo valuterà insieme a te i tipi di terapia disponibili e ti aiuterà a decidere come procedere. 

Probabilmente le visite auxologiche verranno ripetute a distanza di qualche mese per consentire al pediatra di monitorare i progressi del bambino.

Farmacista Essendo un esperto di prodotti farmaceutici, il farmacista sarà in grado di rispondere a eventuali domande sul tipo di terapia farmacologica che tuo figlio sta assumendo e su eventuali effetti collaterali o problemi riferibili alla somministrazione dei farmaci. Inoltre, il farmacista è in grado di fornire consigli generali sulla salute del bambino.
Fisioterapista Il fisioterapista aiuterà tuo figlio ad affrontare eventuali problemi di mobilità, equilibrio e postura, migliorando la forza e la coordinazione muscolare. I bambini affetti da patologie della crescita lamentano spesso dolori: il fisioterapista può insegnare a tuo figlio come prevenire i dolori articolari e come affrontare il dolore in generale.
Terapista occupazionale Il terapista occupazionale lavora sul bambino per aiutarlo a raggiungere la massima autonomia possibile. Insegnerà a tuo figlio come svolgere le attività quotidiane in modo funzionale alle sue esigenze contingenti e, se necessario, consiglierà l’utilizzo di qualche “ausilio”, per esempio poggiapiedi speciali e cuscini da usare nelle sedie a casa o a scuola. Al bambino verrà insegnato come utilizzare al meglio gli eventuali ausili consigliati.
Dietologo

Il dietologo elaborerà una dieta bilanciata e ottimizzata per favorire la crescita di tuo figlio. 

Il pediatra potrebbe consigliarti una visita dal dietologo anche nel caso in cui sospetti la presenza di una patologia digestiva sottostante, che potrebbe causare problemi di crescita (es. celiachia). 

Infine, il dietologo può essere di aiuto se tuo figlio è o tende a diventare sovrappeso, consigliando diete equilibrate e ipocaloriche adatte ai bambini.

Psicologo o psicoterapeuta

L’intervento dello psicologo o dello psicoterapeuta è utile per aiutare il bambino ad affrontare meglio la sua patologia. 

È naturale che un bambino affetto da una patologia della crescita provi rabbia, paura o tristezza nei confronti di ciò che gli sta accadendo.

Se le emozioni non vengono esteriorizzate, possono causare ancora più danni e il bambino può esserne sopraffatto. Di conseguenza, possono insorgere ulteriori problemi, come la depressione.

La psicoterapia può essere utile per trovare soluzioni pratiche che consentano al bambino di superare le difficoltà e i timori legati ad alcune situazioni della vita reale. Parlandone, ed eventualmente sperimentando il modo migliore per affrontarle, il bambino può arrivare a sentirsi più sicuro e fiducioso.

Il supporto dello psicologo o dello psicoterapeuta può essere utile anche per gli stessi genitori, quando si trovano in difficoltà nell’affrontare la patologia del proprio figlio.

Reumatologo

Il reumatologo è uno specialista esperto di problemi articolari. Si occuperà quindi di valutare lo sviluppo delle articolazioni e di prescrivere eventuali farmaci per il trattamento dei dolori articolari.

In base alla sua patologia, potrebbe essere opportuno fare visitare tuo figlio da altri specialisti, per esempio un chirurgo ortopedico nel caso gli venga consigliata la terapia chirurgica. 

Se hai bisogno di maggiori informazioni sul tipo di medici specialisti che potrebbero intervenire nel trattamento di tuo figlio, chiedi al pediatra di medicina generale o al pediatra auxologo.

Come prepararsi al meglio per una visita pediatrica o specialistica

Ecco alcuni consigli pratici che ti aiuteranno ad affrontare meglio le visite a cui dovrai sottoporre tuo figlio:

  • Annota ciò che viene detto nel corso della visita: ti aiuterà a tenere traccia delle informazioni che ti daranno i vari medici/terapisti che visiteranno tuo figlio. Puoi prendere appunti su carta oppure chiedere al medico o al terapista di poter registrare la conversazione sul tuo smartphone, in modo da poterci ritornare sopra in seguito per rinfrescare la memoria o porre eventuali altre domande. È bene che tutte queste annotazioni siano riunite insieme in modo da sapere subito dove trovarle per consultarle in caso di necessità.
  • Fai domande: se non capisci qualcosa, chiedi gentilmente al medico o al terapista di spiegare. La tua sincerità sarà apprezzata.
  • Informati sui tempi: se ti viene richiesto di consultare un altro medico o terapista, chiedi come si chiama e quanto tempo occorrerà per ottenere un appuntamento.
  • Insisti per sapere: non avere paura di continuare a contattare il pediatra di medicina generale o lo specialista se un appuntamento o i risultati di un esame non ti vengono dati nei tempi previsti.
  • Non arrivare impreparato: chiedi cosa è probabile che accada al prossimo appuntamento e come prepararti al meglio per quella visita.
  • Chiedi dove trovare supporto: informati su siti web, risorse informative o gruppi di pazienti che possano essere utili a te e a tuo figlio.

Rate this content

Average: 5 (1 vote)

Feedback Form